ANAGRAFE CANINA E MICROCHIP, UNA DELLE PRIME COSE IMPORTANTI DA SAPERE

 

L’anagrafe canina nazionale, è una banca dati realizzata dal Ministero della Salute nel 1991, per raccogliere i cani registrati (fino al 2004 tramite tatuaggio e successivamente dal microchip) dalle 21 regioni italiane, in un unico sistema, in modo da contrastare e prevenire il fenomeno del randagismo, del contrabbando, in particolare proveniente dall’Est e dall’abbandono di cani.

Appena il tuo cucciolo tanto atteso sarà con te, una delle prime cose da fare, obbligatoria anche per legge dal 1° gennaio 2005, sarà identificarlo tramite microchip, entro i 60 gg dalla nascita o i 10 gg dalla detenzione, pena sanzione che va dai 38 ai 232 euro.

 

  • Cos’è un microchip?

Il microchip (detto anche transponder) è un sistema d’identificazione elettronico biocompatibile, dalle dimensioni di un chicco di riso, costituito da un codice identificativo di 15 cifre, da un’antenna di comunicazione e dal vetro protettivo per l’elettronica.

L’inoculazione, avviene in modo rapido e indolore nel lato sinistro del collo, attuata da parte di un veterinario libero professionista o facente parte del Sistema Sanitario Locale, attraverso l’uso di una siringa già preconfezionata, conforme alle normative comunitarie (ISO 11784 – 11785), che arriva dalla casa produttrice riconosciuta.

 

 

E’ buona norma dopo l’inoculazione, controllare con l’apposito lettore che l’inserimento sia avvenuto correttamente, per evitare spiacevoli sorprese. E’ consigliabile, inoltre, a distanza di qualche giorno verificare l’avvenuta iscrizione all’anagrafe canina regionale, contattando direttamente l’ente preposto.

Il lettore è in dotazione dei veterinari, dei canili, delle forze dell’ordine e delle Aziende Sanitarie Locali.

Il microchip indentificherà per tutta la vita l’animale con questo codice personale a 15 cifre, unico al mondo.

Il codice identificativo dell’animale entra così a far parte di una banca dati regionale, che a scadenza mensile comunica i suoi dati ad un’anagrafe canina nazionale.

La comunicazione tra regioni e banca dati nazionale non essendo immediata, crea purtroppo ancora dei limiti nel permetterci di ritrovare velocemente il nostro animale in caso di smarrimento fuori regione. Teniamo presente che nel 2015, in Italia la stima di animali smarriti, secondo l’AIDAA ( Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) è stata di 55000 soggetti, di cui 15000 cani e di questi solo 6300 sono stati ritrovati grazie all’identificazione anagrafica.

  • Quali limiti presenta?

Ci sono paesi esteri, come per esempio il Canada, il nord dell’ USA, che inseriscono microchip non ISO, non conformi alla normativa comunitaria, questi avendo caratteristiche diverse, non vengono riconosciuti dai comuni lettori, ciò rappresenta un grosso ostacolo nel caso in cui l’animale venisse smarrito in un altro Paese.

Teoricamente, dovrebbe essere il proprietario, in caso di viaggio fuori dalla Comunità Europea o viceversa, a essere informato sulla conformità del microchip del suo amico a quattro zampe, per evitare problemi in dogana, dove non c’è obbligatoriamente la presenza di multi-lettori.

Esistono delle banche dati internazionali dove il proprietario, per sua libera scelta, può registrare il microchip del proprio animale, in caso di spostamenti all’estero, per avere maggiori probabilità di ritrovare il suo cane in caso di smarrimento.

Queste registrazioni, possono prevedere il pagamento di una tassa di iscrizione annuale. Tutto ciò, ci chiarisce ancora più le idee sulla nebulosità e sulle lacune del sistema identificativo elettronico.

Per ridurre drasticamente le attese e le preoccupazioni in caso di smarrimento è dunque sempre bene affiancare a questi importanti obblighi legali, la classica targhetta personalizzata che renderà le tempistiche e la percentuale di successo di ritrovamento del nostro pet sicuramente più rapida ed efficace.

Quindi se stai per andare in vacanza fuori regione tutto ciò è molto importante per evitare di perdere il tuo amato compagno di vita!

  • Cos’è la targhetta personalizzata?

La targhetta o medaglietta, è la classica piastrina in metallo, sulla quale vengono riportati i dati identificativi. Per la personalizzazione, i dati indispensabili saranno il nome del cane e il numero di telefono del proprietario, tutto il resto sarà di vostra libera scelta.

Quindi possiamo tranquillamente affermare che rappresenta uno dei primi oggetti da acquistare per il nostro cane, in quanto permetterà, in caso di smarrimento di ritrovarci nel modo più rapido ed efficace, evitando così spiacevoli conseguenze.

La targhetta personalizzata avrà un costo irrisorio, verrà facilmente agganciata al collare o alla pettorina del nostro cane e in qualsiasi caso, non servirà nessun accessorio particolare per leggerla.

Basterà semplicemente individuarla e leggerla!

Mi permetto quindi di dire che la medaglietta è fondamentale per il nostro pet. Non a caso, ci sono paesi nel mondo, che la rendono obbligatoria (es. Regno Unito) e addirittura, come per esempio in Germania, la consegnano gratuitamente al proprietario al momento dell’ iscrizione all’anagrafe.

La targhetta personalizzata, non deve essere quindi vista solo, come oggetto estetico, ma come strumento utile e indispensabile ad abbreviare i tempi che ci separeranno dal nostro fedele amico in caso di smarrimento.

Nel caso in cui venga trovato un cane, se non si individua una medaglietta identificativa, sarà necessario recarsi da chi è in possesso di un lettore, per verificare l’eventuale presenza di un microchip che arrivi a rintracciare il proprietario, tutto ciò non è immediato, richiede tempo e si rischia in caso di esito negativo di ritrovare il nostro amato compagno di vita chiuso in un canile, dove potrebbe anche rimanere per tempi lunghi.

Se si pensa alla vita frenetica di oggi giorno, bisogna anche considerare l’ipotesi che queste “trafile” scoraggino qualche negligente che potrebbe lasciare il nostro animale abbandonato, senza preoccuparsi di aiutarlo. Questo sarebbe ancora più grave e rischioso!

Tutto ciò non è quello che un proprietario vuole per il suo amato cane, quindi organizzatevi subito al meglio così eviterete ogni tipo di spiacevole inconveniente.

A questo proposito MyFamily ti può aiutare…

Deja tu comentario